CERTIFICAZIONE BIOLOGICA




I prodotti biologici vanno dalla frutta fresca e verdura direttamente dalla fattoria, ai vini e formaggi invecchiati per diversi anni. I canali di vendita sono ugualmente diversi, molti ora stanno espandendo e sviluppando le loro gamme di prodotti biologici sempre nel rispetto di ottenere la fiducia dei consumatori.
Ovunque i consumatori di oggi scelgano di comprare o mangiare prodotti biologici, dovrebbero essere in grado di avere fiducia che questi siano conformi alle rigide regole dell'UE. I prodotti che non soddisfano questi standard non possono essere indicati come biologici o recare il logo biologico dell'UE o un equivalente nazionale.
Questo è il motivo per cui il regolamento UE sull'agricoltura biologica riguarda non solo la produzione e la lavorazione, ma anche il controllo e l'etichettatura degli alimenti biologici. Gli agricoltori e i commercianti biologici devono rispettare i severi requisiti dell'UE se desiderano utilizzare il logo biologico dell'UE o etichettare i propri prodotti come biologici. L'UE richiede un sistema di controllo altrettanto rigoroso con controlli effettuati in ogni fase della catena biologica.
Ogni operatore (agricoltore, trasformatore, commerciante, importatore o esportatore) viene controllato almeno una volta all'anno, o più spesso sulla base della valutazione del rischio. Pertanto, ogni volta che acquisti alimenti biologici, puoi essere certo che è stato prodotto in conformità con le rigide regole ambientali e di benessere degli animali e controllato di conseguenza. Oltre all'elenco standard di ingredienti e valori nutrizionali, le etichette dei prodotti biologici dovrebbero riportare il nome del produttore, del trasformatore o del distributore che ha gestito l'articolo per ultimo. Il numero di codice dell'autorità nazionale di certificazione dovrebbe essere riportato sull'etichetta. Inoltre, il regolamento (UE) n. 1169/2011 relativo alla fornitura di informazioni alimentari, fornisce i requisiti minimi in materia di nutrizione.